Bandi

Abruzzo-ICE-ANPAL: formazione sull’export per percettori di reddito cittadinanza

Avviso pubblico per la selezione dei partecipanti ai corsi “I talenti del reddito di cittadinanza in azione: Progetto Ri-parti con l’export”, promosso da ICE e ANPAL Servizi.
ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, di seguito denominata “ICE-Agenzia” e ANPAL Servizi hanno sottoscritto un Accordo al fine di collaborare per la promozione dell’intervento “I talenti del reddito di cittadinanza in azione: Progetto Ri-parti con l’export”, rivolto a disoccupati e inoccupati, prioritariamente beneficiari del Reddito di Cittadinanza.
Sul territorio regionale, in una prima fase, l’intervento prevede l’erogazione del seguente corso:
A – “Corso di Specializzazione in Export & Comunicazione Digitale per l’Estero (Marketing Manager)” della durata di circa 330 ore di formazione in aula con stage di 2 mesi, rivolto a destinatari con età massima di anni 40 al momento della domanda (tirocinio curricolare).
Il corso sarà erogato in una edizione e si svolgerà a Pescara.
Il Corso di Formazione, destinato ad un massimo di 32 partecipanti per classe, verrà attivato in presenza di almeno 20 partecipanti.
Gli aspiranti corsisti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del presente avviso:
a) Cittadinanza italiana o di altro stato membro dell’UE o di altro stato extracomunitario, purché regolarmente soggiornante in Italia;
b) Nel caso di cittadini di stati membri dell’UE o di altri stati extracomunitari è necessaria un’adeguata conoscenza della lingua italiana;
c) Non aver compiuto 40 anni;
d) Essere beneficiari del Reddito di Cittadinanza (RdC), oppure disoccupati e inoccupati;
e) Essere in possesso del titolo di studio di scuola secondaria superiore;
f) Avere buona conoscenza della lingua inglese: almeno pari al livello B1 – QCER Quadro Comune Europeo di riferimento.

In arrivo i nuovi finanziamenti a tasso zero per le cooperative

In Gazzetta ufficiale il decreto del Ministero dello Sviluppo economico che aggiorna il regime di aiuto Nuova Marcora per la nascita e lo sviluppo di società cooperative. 
Conversione Dl Rilancio: 15 milioni per finanziamenti alle cooperative.
In base al decreto, approvato il 4 gennaio 2021 e approdato in Guri il 22 febbraio, i finanziamenti a tasso zero potranno essere richiesti dalle cooperative direttamente alle società finanziarie partecipate dal MISE secondo una procedura a sportello, fino all’esaurimento dei fondi disponibili a valere sul Fondo Crescita Sostenibile (FCS). La misura potrà attingere anche alle risorse dei Programmi operativi cofinanziati dai fondi strutturali europei.

Incentivi ISMEA per giovani agricoltori

Anche i giovani imprenditori agricoli del Centro Nord potranno accedere al mix di finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto finora previsto dal bando ISMEA, sul modello della misura Resto al Sud, solo per il Mezzogiorno.
La legge n. 120-2020, conversione del dl Semplificazioni, ha infatti modificato il decreto legislativo n. 185-2000 in materia di sostegno all’autoimprenditorialità e all’autoimpiego, che prevede la concessione di agevolazioni al fine di favorire il ricambio generazionale in agricoltura. Per contrastare la perdita di liquidità delle imprese dovuta alla diffusione del COVID-19, le condizioni di favore previste per gli imprenditori agricoli attivi in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia sono ora estese anche ai giovani agricoltori delle regioni del Centro-Nord.

I finanziamenti per l’agricoltura sostenibile nel Recovery Plan

Secondo l’ultima bozza del Recovery Plan, il budget destinato alla promozione dell’agricoltura sostenibile ammonta a 1,8 miliardi di euro. Risorse che finanzieranno contratti di filiera, parchi agrisolari e interventi per migliorare la logistica del settore agrifood.
I progetti per il settore agricolo rientrano nella seconda delle sei missioni del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), quella dedicata alla rivoluzione verde e alla transizione ecologica. La prima componente della missione si concentra infatti sulla sostenibilità della filiera agroalimentare e sull’economia circolare.

Horizon 2020: in arrivo i bandi per la ricerca nel Mediterraneo

E’ stata rimandata a marzo la pubblicazione delle call 2021 di PRIMA, il partenariato per la ricerca e l’innovazione nel Mediterraneo. Ecco le prime anticipazioni sui bandi che – con 68 milioni di euro a disposizione – finanzieranno interventi in diversi ambiti, dalla gestione delle risorse idriche alla produzione agro-alimentare.

Cultura Crea

In Gazzetta ufficiale il decreto che modifica lo strumento Cultura Crea: il regime d’aiuto per creare e sviluppare iniziative imprenditoriali nell’industria culturale-turistica e no profit nel Sud Italia, finanziato dal PON Cultura 2014-2020.
Si tratta del decreto del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo del 10 dicembre 2020 che aggiorna la disciplina dell’incentivo, gestito da Invitalia, diretto a valorizzare la filiera culturale e creativa delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
Lo strumento Cultura Crea sarà a breve sospeso, per ripartire in pochissimi giorni con un nuovo sportello, dotato di nuove regole destinate alle imprese culturali e creative.

Marie-Curie, più spazio ai ricercatori in azienda

Nel prossimo settennato i ricercatori vincitori di borse Marie Skłodowska Curie avranno più tempo per fare esperienza in azienda, mentre cambieranno i requisiti per accedere alle borse post-doc. Ecco le prime anticipazioni sulle azioni MSCA post 2020 presentate dalla Commissione UE durante un webinar organizzato dall’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea.